Blog posts

24h a Bratislava (Slovacchia)

24h a Bratislava (Slovacchia)

Slovacchia
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cosa poter visitare a Bratislava?

Eccoci a Bratislava: Seconda giornata e terza tappa di questo nostro viaggio che ci porterà ad attraversare 3 Stati in 3 Giorni (qui il nostro itinerario). Dopo aver visitato Maribor e l’antica città di Ptuj, in Slovenia, che raccontiamo nel nostro articolo (24h a Maribor&Ptuj), con circa 3 ore d’auto arriviamo nella capitale della Slovacchia: Bratislava.

DCIM100MEDIA

Bratislava è situata a sud-ovest del paese, lungo la riva sinistra del Danubio, molto vicina sia al confine austriaco, sia a quello ungherese. E’ stata per noi da subito una scoperta, arrivando da una delle arterie principali che collega l’Austria al cuore della capitale Slovacca, non possiamo che rimanere di stucco di fronte ad un enorme struttura d’acciaio che si erge sopra le nostre teste: è la Torre Ufo alta ben 95 metri, dove al suo interno si trova uno dei ristoranti più chic della città, con una vista mozzafiato sopra il Danubio. image4 (2)Se si desidera salire in cima, senza passare per il ristorante, è possibile pagando un biglietto di 6,50, un ascensore e una piccola scala vi porteranno fino al punto più alto dove la vista saprà sicuramente emozionarvi. Arriviamo in centro e ciò che ci colpisce maggiormente è l’aria di estrema pace e tranquillità che si respira tra le gotiche vie del centro. Sicuramente non è una città presa d’assalto dai turisti europei come Praga o Budapest ma percepiamo che nell’aria c’è qualcosa di frizzante, è una città giovane che sta vivendo un forte mutamento e lo si percepisce. Uscita da quarant’anni di regime comunista si sta riappropriando della propria identità, si sta abbellendo e modernizzando, attirando a se sempre più turisti, per lo più europei, curiosi di scoprirla.
I luoghi di maggior interesse sono senza dubbio concentrati nella città vecchia, Starè Mestro, mentre nella zona più nuova, alle spalle di Porta S. Michele, a nostro parere, non c’è molto degno di nota ad esclusione del castello di Devin e il monumento di Slavin.

 

COSA NON PERDERE A BRATISLAVA:

-Porta San Michele: l’unica porta d’accesso alla città vecchia rimasta integra fino ai giorni nostri. Costruita nel XIV sec. si presenta oggi come una torre con orologio a 7 piani in stile barocco, sede di un museo di armi antiche. Ben conservata, conduce alla più importante via del centro storico ricca di negozietti e pub. Attraversandola troverete,sotto i vostri piedi, una simpatica rosa dei venti che indica le distanze chilometriche che separano Bratislava dalle più importanti città al mondo.DSC_0179DSC_0169

 -Zona di Starè Mestro: dalla porta di San Michele fino alla riva del Danubio si trova la zona di Starè Mestro, ovvero il centro storico, cuore dell’intera città. Disseminato di graziosi negozietti per lo shopping, caratteristici pub, caffè ed edifici storici, si presenta quasi come un borgo medioevale con le sue stradine ciottolate e le piazze nascoste tra i palazzi. Un centro molto romantico, in cui è bello perdersi passeggiando, lasciandosi coinvolgere in questa atmosfera d’altri tempi. Noi non abbiamo saputo resistere al fascino dei graziosi negozietti di souvenir così vivaci, pieni di colori e colmi di stravaganti oggetti. Il più bello in assoluto è “Zakaznicka Karta” di proprietà di una simpatica signora anziana, con la quale abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere, situato sulla destra appena oltrepassata la porta di San Michele in direzione Danubio. Consigliatissimo, per chi come noi, adora portare a casa qualche piccolo ma originale ricordo delle città in cui è stato.DSC_0212DSC_0258

 -Sculture di bronzo: sparpagliate qua e là nella zona di Starè Mesto ci sono numerose statue di bronzo in pose inconsuete pronte ad incuriosire i passanti. La più singolare è sicuramente quella del guardone Cumil che sbuca da un tombino, numerosi sono i turisti che si divertono a farsi fotografare con lui. Non c’è una descrizione vera e propria su cosa stia facendo li, c’è chi pensa abbia appena finito di lavorare nel sottosuolo della città, chi si stia riposando o chi si stia divertendo a guardare sotto le gonne delle passanti…! Un’altra statua famosa è quella del soldato dell’esercito di Napoleone appoggiato ad una panchina nella Piazza principale (Hlavne Namestie) il quale osserva i passanti, increduli di ritrovarsi un soldato rinascimentale nel bel mezzo dell’Europa. Queste opere, in continuo aumento, sono posizionate in luoghi inaspettati e incuriosiscono e divertono i turisti a cercarle in lungo e in largo nel cuore della città.DSC_0086DSC_0227

-Castello di Bratislava: l’abbiamo notato da ben 30 km di lontananza avvicinandoci a Bratislava dall’arteria autostradale principale in quanto si presenta come un maestoso edificio bianco candido. È il simbolo per eccellenza della capitale Slovacca e si trova sulla collina della città vecchia dove, da un’altezza di 85 metri, potete godervi tutto lo skyline di Bratislava, un bellissimo panorama sul Danubio e nelle giornate più soleggiate è possibile anche intravedere la vicina Vienna. L’intero edificio è stato restaurato dopo molti anni di abbandono a causa di un disastroso incendio che lo ha quasi totalmente distrutto ed ora è sede dell’importante Museo Nazionale Slovacco dove sono esposti numerosi dipinti, statue e stampe di artisti internazionali. Una stradina in salita dietro la chiesa di San Martino ve lo farà raggiungere in breve tempo e siamo certi rimarrete stupiti dalla sua imponenza.

DCIM100MEDIA

-Chiesa Blu di S. Elisabetta: questa chiesa è dedicata a Santa Elisabetta d’Ungheria, si trova nella parte est del centro storico di Bratislava, raggiungibile a piedi in soli 10 minuti di cammino dalla porta di San Michele. Nota per il suo colore acceso azzurro e bianco e per l’originalità, sembra essere uscita da una fiaba di Andersen. Mescola lo stile Art Nouveau, molto raro per una chiesa, con quello bizantino e romanico, da vedere sicuramente se passeggiate per Bratislava.

DCIM100MEDIA

-Monumento Slavin: situato su una piccola collina appena fuori dal centro della città in cui si respira l’aria sovietica, è un monumento commemorativo in memoria dei 6845 soldati dell’Armata Rossa che morirono durante la seconda guerra mondiale per liberare Bratislava dall’invasione delle truppe tedesche. É caratterizzato da un imponente obelisco alto 39 metri sormontato da un soldato sovietico che tiene in mano la bandiera della vittoria.image1 (13)DSC_0275

-Castello di Devin: si trova a circa 10 km ad ovest di Bratislava, nella confluenza tra il Danubio e il Morava in una collina alta 212 metri. Nonostante il freddo e la pioggia, siamo riusciti a salirci in cima, spinti dalla curiosità di vedere un luogo diverso e meno visitato di Bratislava. E’ un insieme di antiche rovine del castello, totalmente immerso nella natura, da qui si può godere di un ‘incredibile vista sul paesaggio circostante fatto di fiumi e boschi. DSC_0288

DCIM100MEDIA

Dopo 24h trascorse tra Maribor e Ptuj (Clicca qui)

E altre 24h trascorse a Bratislava,

Seguiteci nella prossima tappa,

in un viaggio che ci porterà a spasso per 3 Giorni attraversando 3 Stati.

Next Stop: Vienna-Austria.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About the author

8 Comments

  1. Giada
    marzo 18, 2016 at 2:06 pm
    Rispondi

    Complimenti ragazzi, ottimo post e grazie dei consigli 🙂

    • guardoilmondoda1oblo
      marzo 18, 2016 at 2:24 pm

      Grazie Giada, a breve Vienna….il viaggio continua!!! 🙂

  2. Rita
    ottobre 13, 2016 at 12:12 pm
    Rispondi

    Interessantissimo post, pronta per un bel tour a Bratislava! Se foste interessati a venire in Sardegna, dove il clima è ancora di 26 gradi, sarò felice di farvi da guida col mio blog “Di tutto e di più sulla Sardegna di Giurtalia e tanto altro”; dove racconto anch’io dei miei viaggi in Sardegna ma anche nel mondo, America, Australia e Groenlandia compresi!

    • guardoilmondoda1oblo
      ottobre 14, 2016 at 9:30 am

      Ti ringrazio Rita, seguirò con molto piacere il tuo blog dedicato alla magnifica Sardegna e non solo…! 😉 Siamo stati a Luglio in Sardegna ed è un isola che non smette mai di affascinarci, sicuramente torneremo e sarà bello potersi incontrare magari! ;).

  3. Miranda Loves Travelling
    dicembre 18, 2016 at 3:55 pm
    Rispondi

    Ci siamo stati a fine maggio, il clima era decisamente diverso, molto bella per un weekend lungo, da Bratislava ci siamo spostati in treno e bus pubblici a Cicmany e Vlkolinec due villaggi da favola se non ci siete stati ve li consigliamo vivamente.. sono unici. Non conosciamo “Maribor e l’antica città di Ptuj in Slovenia” ci informeremo…..

    • guardoilmondoda1oblo
      dicembre 20, 2016 at 9:58 pm

      🙂 vi consigliamo vivamente di visitare Maribor e Ptuj e se riuscite, visitate quest’ultima durante il carnevale…dicono sia il più bello di tutta la Slovenia 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*