Blog posts

Come sopravvivere ad uno scalo a Doha

Come sopravvivere ad uno scalo a Doha

I nostri consigli
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Aeroporto di Doha, scalo notturno.

 Abbiamo deciso di scrivere questo articolo per chi, come noi, si troverà ad affrontare un lungo scalo, per lo più di notte, nel nuovo aeroporto di Doha in Qatar.

L’Aeroporto Internazionale Hamad, aperto nel 2014 ha infatti sostituito il vecchio aeroporto Internazionale di Doha. Attualmente, ci operano circa 30 compagnie aeree, prima tra tutte Qatar Airways, ottima compagnia a nostro dire, che opera in Africa, Asia centrale e meridionale, Europa, Estremo Oriente, Oceania, Nord e Sud America, premiata come compagnia aerea dell’anno nel 2011-2012 e 2015. La compagnia di bandiera del Qatar, inoltre, collega l’Italia al resto del mondo con oltre 140 destinazioni ed è utilizzata per lo più da noi italiani per raggiungere numerose località del sud est asiatico e diverse zone del continente africano, facendo scalo appunto nella città di Doha in Qatar.image1 (16)

 Prima del nostro viaggio abbiamo eseguito numerose ricerche in rete per avere le idee chiare in merito al lungo scalo che avremmo dovuto affrontare e naturalmente per non partire sprovveduti, ma esse si sono dimostrate tutte di scarso aiuto. Questo dovuto probabilmente, dalle recentissime modifiche che sono state apportate al nuovo aeroporto di Doha, mentre il web pullulava di datate esperienze di viaggio nel vecchio aeroporto.

 Vi raccontiamo quindi la nostra esperienza, nella speranza di esservi d’aiuto:

Partiti con la compagnia aerea Qatar Airways da Venezia con destinazione Dar es Salaam (Tanzania), arriviamo a Doha, per il nostro scalo dopo circa sei ore di volo, alle 24.00, come previsto. Qui ci attendono ben nove ore di scalo prima di prendere in nostro secondo volo che ci porterà a destinazione.

 Bene, siamo in aeroporto, abbiamo ben nove ore di scalo ed è notte fonda. Lo specifico in quanto, se fosse giorno, molto probabilmente, pagando il visto d’ingresso al paese (circa 20$) usciremmo dall’aeroporto e nonostante il poco tempo a nostra disposizione ci faremmo un giretto tra le vie di Doha.

Ma purtroppo è notte, quindi escludiamo l’idea…

Voliamo in Economy quindi, a differenza della Business, non abbiamo diritto ad alcun tipo di privilegio riguardo il lungo scalo notturno e/o agevolazioni per pernottare spesati dalla compagnia.

  • Che cosa fare dunque?

Le soluzioni sono 4:

-Uscire lo stesso: ma il tempo a disposizione è poco, molto probabilmente la città è deserta e tutto ciò implicherebbe passare l’intera notte svegli!

-Pernottare in un hotel poco fuori dall’aeroporto di Doha: ma per farlo occorrerebbe pagare il visto d’ingresso al paese, il trasferimento da/per aeroporto, la notte in hotel e il tutto per 5 misere ore di sonno valutando gli spostamenti!

-Pernottare nell’hotel all”interno dell’Aeroporto: si eviterebbe così il visto da pagare per l’uscita ma consigliatissima se non obbligatoria è la prenotazione con largo anticipo se si vuole essere sicuri di trovare una stanza libera e con un costo di circa 250 euro per una doppia/a notte (non proprio economico)!

-Decidere di rimanere dentro all’aeroporto e organizzarci per passare la notte al suo interno!

 Ed è proprio quest’ultima l’opzione che abbiamo intrapreso (per una questione economica e di tempo a disposizione – nove ore possono sembrare moltissime ma se si esce per una piccola visita possono davvero dimostrarsi tiranne e volare in un baleno-).

  • Cosa c’è da sapere se si decide di passare una notte all’interno dell’aeroporto di Doha?

 -Ci sono varie lounge: alcune accessibili a chiunque, altre accessibili solo a chi vola in Business. Cosa sono le lounge? Delle aree tranquille, dotate di poltroncine, tavolini, servizi, prese elettriche per ricaricare gli apparecchi elettronici e inclusa nella tariffa d’ingresso ci sono cibi e bevande a buffet (costo: da 30 a 60 euro per 4-6 ore di permanenza). N.B.: poltroncine, non comode sedute reclinabili…quindi non molto indicate se si vuole chiudere occhio per qualche ora!

-Zone relax: zone appartate in cui sono disposte una serie di spaziose e comode poltrone reclinate, sono gratuite ma il problema principale è che se si viaggia in coppia si viene separati in quanto divise in due reparti: quello maschile da una parte e quello femminile dall’altra.

-Quiet Room: zone molto simili alle zone relax, anch’esse gratuite e dotate di comode e spaziose poltrone reclinate. Sono miste, per cui l’accesso è consentito sia agli uomini che alle donne. Sono, tuttavia, anche le più affollate, in cui è difficile trovare posto e spesso maleodoranti per il continuo afflusso di gente che ospitano. Consiglio: se optate per questa opzione, non fermatevi alle prime Quiet Room che incontrerete nella zona d’ingresso dell’aeroporto ma proseguite fino agli ultimi gate, lì ne troverete senz’altro di più tranquille, silenziose e pulite.

-Tv Zone: aree con tv dedicate al relax, gratuite e disseminate per l’aeroporto lungo il corridoio principale in cui si trovano anche le più comode poltrone di tutto l’aeroporto, ve lo garantiamo, noi abbiamo dormito proprio qui!! 🙂IMG_3033

 Piccoli accorgimenti per trascorrere qualche ora di scalo riposandosi e senza spendere un patrimonio 😉


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About the author

10 Comments

  1. One Two Frida
    marzo 31, 2016 at 2:27 pm
    Rispondi

    Uuuuh! Lo scalo a Doha! Io ci ho passato 5 ore in piena notte… in effetti, trovare un posto in cui dormire è fondamentale! 😉

    • guardoilmondoda1oblo
      aprile 3, 2016 at 9:42 am

      Essenziale direi, eravamo proprio distrutti, confidavamo nelle Lounge ma siamo rimasti delusissimi…w l’area TV :)!!! Un saluto 😉

  2. Giulio
    giugno 27, 2016 at 1:18 pm
    Rispondi

    io adoro le notti così negli aeroporti :D:D…ottimi consigli 😉

    • guardoilmondoda1oblo
      giugno 27, 2016 at 6:06 pm

      E’ stata un po’ dura la nottata ma ce l’abbiamo fatta 😉

  3. Cassandra
    settembre 26, 2016 at 12:41 pm
    Rispondi

    Io ho fatto una scalo proprio a Doha durante il mio viaggio per Sydney. Il mio era, addirittura, di 15 ore: atterraggio alle 6 e partenza alle 21. Siccome era di giorno, ho preso parte al tour organizzato da Qatar Airways e mi hanno anche offerto il visto.
    Se volete fate un salto nel mio blog, dove ho raccontato l’esperienza e fatemi sapere cosa ne pensate.
    Un grazie di cuore in anticipo!

    • guardoilmondoda1oblo
      settembre 27, 2016 at 10:51 am

      Noi volevamo uscire per fare un giro notturno ma, leggendo diverse discussioni, abbiamo deciso di rinunciare in quanto risultava essere tutto chiuso… così abbiamo trascorso una nottata in uno dei più belli aeroporti che abbiamo visto 😉 Faremo sicuramente un salto nel tuo blog per leggere questa e altre tue esperienze di viaggio Cassandra.
      Un abbraccio,
      Emily & Matteo

  4. Enrico
    febbraio 12, 2017 at 1:57 pm
    Rispondi

    Veramente un articolo ben scritto e ricco di suggerimenti molto utili e veritieri.
    Se mettevi anche qualche informazioni sui trasporti dei bus dall’aeroporto alla città sarebbe stato perfetto.
    Comunque ottimo lavoro.

    • guardoilmondoda1oblo
      febbraio 14, 2017 at 12:27 pm

      Grazie mille 😉 non abbiamo messo nessuna informazione sui trasporti in quanto, purtroppo, non siamo usciti dall’aeroporto per visitare la città e per evitare di creare disinformazione non abbiamo trattato il tema dei mezzi pubblici (anche se avevamo studiato per bene gli orari ma non li abbiamo testati in prima persona).
      Un abbraccio
      Emily & Matteo

  5. La Folle
    marzo 18, 2017 at 10:34 am
    Rispondi

    Sto valutando un volo per Tokyo via Doha e, come voi, passerei quasi l’intera notte in transito. Sarebbe anche la mia prima “notte in aeroporto”, quindi ho trovato utilissimo questo post! Grazie 🙂 ce ne vorrebbero di più di articoli come questo.
    Ah, per la cronaca, chi vi ha detto che questo post non si trova facilmente su Google mentiva: a me è bastato scrivere “aeroporto doha” per trovarvi in prima pagina 😉

    • guardoilmondoda1oblo
      marzo 19, 2017 at 6:01 pm

      Ci fa un immenso piacere essere utili 🙂 il post l’abbiamo scritto proprio perché non trovavamo nulla in merito quando ci servivano info per passare la notte all’aeroporto di Doha. La tua ultima frase ci ha fatto sorridere ripensando all’accaduto e, senza chissà quali chiavi di ricerca, questo è l’articolo più visualizzato del blog 😉
      Un abbraccio Emily e Matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*