Blog posts

24h a Vienna (Austria)

24h a Vienna (Austria)

Austria
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cosa poter visitare a Vienna?

 Anche se la domanda più giusta sarebbe: “Cosa poter visitare a Vienna in sole 24h?” .

Sarà davvero dura essendo una delle città in assoluto più ricche di storia, cultura ed arte d’ Europa!

 Eccoci quindi alla quarta ed ultima tappa di questo nostro viaggio che ci ha portati ad attraversare
3 Stati in 3 Giorni (qui il nostro itinerario).
Partiti dall’Italia e attraversato il confine sloveno abbiamo visitato prima le vicine Maribor e Ptuj in Slovenia, poi la fresca e giovane Bratislava, capitale della Slovacchia, per poi giungere a Vienna, dove terminerà il nostro viaggio.
Stanchi dai vari tour fatti i giorni precedenti che ci hanno portati alla visita di:
-Maribor e Ptuj, che raccontiamo nel nostro articolo (24h a Maribor e Pruj)
-Bratislava, che raccontiamo nel nostro articolo (24h a Bratislava)
Partiamo il mattino presto da Bratislava e con un percorso di soli 80 chilometri arriviamo alla vicina Vienna, capitale dell’Austria. Un percorso davvero molto suggestivo che percorriamo quasi interamente costeggiando la riva sinistra del fiume Danubio. Arrivati con la nostra auto direttamente nel cuore della capitale austriaca, Vienna si presenta ai nostri occhi come una città meravigliosa, ricca di palazzi, castelli, chiese ed edifici di tutte le epoche, regalandoci un’atmosfera d’altri tempi.

Decidiamo di ritagliarci qualche momento di svago a Vienna prima di metterci in marcia alla scoperta di tutte queste sue bellezze e ci dirigiamo così al Prater, il parco pubblico più grande e noto di tutta Vienna, situato nel secondo distretto della capitale, più precisamente a Leopoldstradt. È un vero e proprio parco divertimenti immerso in un enorme area verde, sede di uno dei simboli per eccellenza di Vienna: la ruota panoramica, oltre ad altre 250 attrazioni. Sapendo che la stagione del Prater di Vienna dura da marzo ad ottobre ma che tuttavia, le attrazioni principali restano aperte per tutto l’anno, entusiasti e carichi di adrenalina arriviamo al suo ingresso ed increduli abbiamo l’amara sorpresa: è CHIUSO!!! Chiediamo informazioni più dettagliate e purtroppo ci confermano che l’intero parco con tutte le sue attrazioni, visto il brutto tempo delle ultime settimane, è stato chiuso al pubblico.

 Tristi e delusi anticipiamo così la nostra visita al centro storico della città, lasciamo l’auto in parcheggio e iniziamo a scoprire la capitale interamente a piedi per coglierne appeno il suo fascino.

 Sappiamo che solo qualche ora non basta per assaporare la vera e autentica magia di Vienna, ma tuttavia proviamo a non farci sfuggire le cose più caratteristiche della città e che allo stesso tempo catturano i nostri sguardi attirando la curiosità nostra e di tutti i passanti.

 COSA NON PERDERE A VIENNA:

-Ringstrasse: Lunga 5,2 chilometri è la via principale di Vienna ed ospita i più importanti edifici monumentali di tutta la capitale come: l’ Opera di Stato (Staatsoper), il Parlamento, il Municipio (Rathaus) e l’ Hofburg oggi residenza del Presidente federale austrico e sede di importanti collezioni di livello internazionale, è stata fino al 1918 la sede rappresentativa dell’Impero Asburgico. Noi, questa maestosa via, l’abbiamo percorsa lentamente scattando tante foto e assaporandone l’autentico fascino.DSC_0368DSC_0150DSC_0358image2 (3)

 -St. Stephans: duomo simbolo della capitale, costruito in stile romanico e gotico in cui sono conservati i più importanti tesori artistici che hanno fatto la storia della città. Situato nell’omonima piazza principale di Vienna (Stephansplatz) si presenta ai nostri occhi con un’immensa facciata a due torri, dette le torri dei Pagani alte ben 66 metri e con un elegante campanile alla sua destra alto circa 137 metri da cui è possibile salire per avere un’ottima vista di tutta la città. L’interno si presenta invece con tre splendide navate e colonne ornate da grandi statue. Non perdetene la visita.

DCIM100MEDIA

DSC_0304DSC_0305DSC_0307

-Albertina: maestoso palazzo, sede di una delle più importanti e preziose collezioni di opere grafiche e capolavori di epoca moderna al mondo.DSC_0319

-Belvedere: complesso barocco all’interno dell’immenso giardino del Principe Eugenio, ospita alcune delle più importanti opere d’arte al mondo dal medioevo fino ai giorni nostri. Qui è possibile, inoltre, ammirare la più vasta collezione di opere dell’artista Gustav Klimt e il suo famosissimo dipinto “il bacio” che non potevamo di certo farci scappare.DSC_0390DSC_0399DSC_0404image1 (22)image3 (3)

-Caffè Viennesi: da provare assolutamente sono i tipici caffè storici, stati nel Novecento il centro della vita artistica della città e frequentati da illustri pittori, architetti e scultori in cui, oggi, è d’obbligo lasciarsi tentare da una succulenta fetta di Strudel o di Sacher. Presenti ad ogni angolo della città vi faranno venire l’acquolina in bocca con i loro profumi invitanti, l’aroma di caffè nell’aria e la loro grandissima varietà di dolci.

Terminato il nostro piccolo tour nel centro storico della città, per non farci mancare proprio nulla, decidiamo di dirigerci verso le famosissime Terme di Vienna.

Terme cittadine, lontane appena 15 chilometri dal centro storico della città, sono dotate di un’area benessere di oltre 6.000 mq di benefiche acque sulfuree e considerate le più antiche e grandi terme di tutta la città con la presenza di ben 26 vasche e 24 cabine per sauna e bagno turco. Pagato il parcheggio (un vero salasso, ben 13,50 euro per tre ore) e l’ingresso (17 euro a persona per tre ore) trascorriamo il tempo a nostra disposizione in un mix perfetto tra relax e divertimento. Oltre alle numerose vasche dedicate al riposo e alle coccole, infatti, sono presenti ben tre trampolini da cui potersi tuffare da varie altezze (1m-3m e 4m….un vero spasso per noi amanti dell’adrenalina :P) e dei favolosi scivoli a tunnel, aperti anche agli adulti, in cui ci siamo cimentati tornando un po’ bambini.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

About the author

7 Comments

  1. Lucrezia & Stefano - in World's Shoes
    marzo 25, 2016 at 10:55 pm
    Rispondi

    Ci siamo ricreduti su Vienna leggendo il vostro articolo. Non ne avevamo mai letti ancora su questa città è nel nostro immaginario era una città abbastanza fredda. Con l’ultima esperienza di Stoccarda non volevamo riprovare la sensazione di visitare una città così grigia e invece non sembra proprio essere così.
    Un bacione 🙂

    • guardoilmondoda1oblo
      marzo 27, 2016 at 11:33 pm

      Ci fa piacere esservi stati utili, sicuramente d’estate è una città tutta da vivere tra monumenti e divertimenti al Prater che purtroppo noi abbiamo trovato chiuso. Un bacione anche a voi 🙂 Emily & Matteo

  2. Sara Chandana
    aprile 2, 2016 at 4:50 pm
    Rispondi

    Vienna è meravigliosa, ho avuto la fortuna di viverci per un mese (il mio ragazzo ha la mamma viennese e quando ci siamo conosciuti viveva lì) e di tornare per il Capodanno e leggere questo post mi ha ricordato tanti momenti belli nei luoghi che avete citato 🙂

    • guardoilmondoda1oblo
      aprile 3, 2016 at 9:48 am

      Ci fa piacere aver rievocato in te dei bei ricordi, vediamo pochi post di Vienna in effetti… speriamo di tornarci presto per vedere tutto ciò che ci manca e fare la famosissima ruota panoramica al Prater 😀 grr…accidenti a loro che l’hanno chiusa proprio mentre eravamo lì!
      Emily&Matteo

  3. Liliana Monticone
    agosto 19, 2016 at 7:34 pm
    Rispondi

    Il Prater chiuso nooooooooo!!! Non è possibile!!! Dovete tornarci è uno spettacolo! 🙂

    • guardoilmondoda1oblo
      agosto 19, 2016 at 8:14 pm

      Purtroppo si, volevamo assolutamente salire sulla ruota panoramica!!! Ma non è finita qui, abbiamo questo conto in sospeso con Vienna 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*