Blog posts

Riga: tutto quello che devi sapere sulla capitale della Lettonia

Riga: tutto quello che devi sapere sulla capitale della Lettonia

Lettonia
  • 27
  •  
  •  
  •  
  •  

Tutto quello che abbiamo scoperto su Riga, la più grande capitale delle Repubbliche Baltiche

Riga, un’enigmatica città di cui troppo poco si conosce e si racconta.

Eh si, prima del nostro viaggio alla scoperta della Lettonia (non potevamo di certo accontentarci di visitare solo la sua splendida capitale Riga) parecchie sono state le ricerche per riuscire a comprendere qualcosa in più a riguardo di questo paese situato al centro delle tre Repubbliche Baltiche, tra l’Estonia e la Lituania e con estrema sorpresa, abbiamo scoperto esistere  davvero poco materiale nel web a proposito di questo particolare paese e della sua graziosa capitale affacciata sul Mar Baltico.

Il motivo di questo è principalmente uno: si pensa, erroneamente, che per visitare Riga sia sufficiente un solo giorno poiché il centro appare molto piccolo, ma in realtà l’intera città è tutt’altro che piccola e Riga, vi assicuriamo, ha davvero molto altro da mostrare oltre al suo centro storico ciottolato e circondato di graziose casette colorate dai tetti a punta, che la maggior parte dei turisti si limita a visitare, appunto, in un solo giorno.

Perché fare un viaggio a Riga?

Uno dei motivi principali per cui vi consigliamo di visitare almeno una volta nella vita Riga è senza dubbio per scoprirne le origini. Proprio per la fretta con cui generalmente viene visitata e di conseguenza raccontata e consigliata, pochi sono gli italiani che ogni anno (ma per fortuna sempre più in aumento) decidono di scegliere Riga e la Lettonia come meta di viaggio.

Le origini di Riga sono molto antiche, risalgono circa al 1200, quando la popolazione pagana che abitava quei territori che un tempo si raggruppavano sotto il nome di Livonia, subrono un’invasione germanica di evangelizzazione che portò un benessere generale a tutte le città che ne facevano parte e che per espandere il loro monopolio sulle principali rotte commerciali del Baltico, si riunirono sotto la lega anseatica. Dopo questi decenni di prosperità però l’attuale Lettonia fu prima invasa dagli svedesi ed in seguito dai russi, il paese poi riuscì ad ottenere la sua prima indipendenza solo nei primi del Novecento a seguito della caduta dell’impero zarista ma la libertà durò ben poco, infatti nel 1940, venne annessa all’impero sovietico e successivamente occupata dalle truppe tedesche durante la seconda guerra mondiale. I segni di questa guerra la Lettonia li porta ancora addosso, infatti, oltre ad aver sterminato un numero smisurato di persone e di ebrei lettoni, l’intero centro storico fu letteralmente raso al suolo e solo in questi ultimi decenni ricostruito.

Inoltre, le continue influenze russo-tedesche e in parte scandinave che si sono susseguite negli ultimi secoli in questi territori hanno fatto si che di fatto ben poco ci sia di “tipico lettone” in tutto il paese, diciamo che è più che altro si tratta di un mix ed un incrocio di usanze, prodotti tipici e culture diverse, che nel tempo si sono talmente radicate ed intrecciate tanto da diventare un tutt’uno con il paese.

Un’altra cosa interessante da scoprire è la particolare architettura di Riga, e più in generale di tutta la Lettonia: il centro storico oltre ad ospitare imponenti e sontuosi edifici in stile Art Nouveau è un tripudio di più antiche casette colorate in stile germanico con facciate e decorazioni in legno, mentre allontanandosi dal centro storico si possono trovare una quantità smisurata di quartieri in stile russo, immensi palazzi tutti uguali tra loro in parte disabitati e in parte ancora abitati da una grossa fetta di popolazione di origine russa. C’è da ricordare infatti che in Lettonia quasi il 50% degli abitanti sono russi.

Cosa fare e cosa vedere a Riga?

Partiamo da Vecriga o “Riga Vecchia” che equivale al centro storico della città, è qui che si trovano concentrati i principali punti di interesse ed attrattive della capitale. Un intreccio di piccole viuzze ciottolate e sconnesse circondate da grandi palazzi in stile Liberty, casine colorate con decorazioni in legno in perfetto stile nordico, ampi spazi verdi e piccole piazze sparse un po’ ovunque, che hanno portato questo vivace e pittoresco centro storico ad essere dichiarato nel 1997 Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Il modo migliore per visitare il centro è senza dubbio a piedi, potete seguire un percorso quasi circolare che vi porterà a scoprire tutte le principale attrazioni di Riga di cui ora vi parliamo, oppure, abbandonate la cartina e lasciate che siano loro stesse  a comparire davanti ai vostri occhi,  perdendovi tra il dedalo di viuzze ciottolate.

PIAZZA RATSLAUKUMS

Si tratta della più importante piazza della città vecchia. Questa piazza ai tempi del medioevo veniva utilizzata come mercato all’aperto ed era questo il punto di approdo principale in città per gli scambi commerciali per il tempo. Durante la seconda guerra mondiale l’intera piazza e gli edifici tutt’intorno furono abbattuti dai bombardamenti ma negli ultimi decenni i palazzo del municipio, la Casa delle Teste Nere, la Casa del Gatto e la statua di Rolando sono stati interamente restaurati. Affacciato alla piazza si trova inoltre il museo dell’occupazione, all’interno di un edificio dell’era sovietica degli anni ’70.

CASA DELLE TESTE NERE

Uno dei simboli di Riga, nonchè uno dei palazzi più singolari che abbiamo mai visto. Questo edificio, completamente distrutto durante la seconda guerra mondiale, fu ricostruito come copia esatta dell’originale nel 1999. La colorata facciata tipica del rinascimento olandese all’esterno ed i sorprendenti dipinti ai soffitti all’interno, fanno di questo edificio un vero e proprio capolavoro un tempo di proprietà della più prestigiosa corporazione della città, quella dei mercanti non sposati.

CHIESA DI SAN PIETRO

Originariamente costruita in legno nel 1209 e successivamente ricostruita in mattoni rossi, questa chiesa è una tra le più importanti della capitale. Dalla cima del suo campanile, raggiungibile con un ascensore, si apre uno dei panorami più belli di tutta riga.

OPERA NAZIONALE

Abbiamo scoperto che i lettoni sono dei veri e propri appassionati di musica, è forse per questo che vanno particolarmente fieri della loro Opera Nazionale (esternamente molto simile al teatro Borshoi di Mosca) ricostruita nel 1992 dove nel 1863 era stato eretto il teatro tedesco.

MONUMENTO DELLA LIBERTÀ

Impossibile non notarlo, situato nella via principale della città in prossimità della cinta verde che da accesso al centro storico questo monumento è il simbolo per eccellenza dell’indipendenza lettone.

PIAZZA LIVU

Piazzetta costruita a seguito della seconda guerra mondiale in cui si trovano i più caratteristici e graziosi localini che soprattutto in estate animano il vivace centro storico.

PIAZZA DUOMO

Piazza nella quale si affaccia il Duomo di Riga, costruito nel 1211 e ripetutamente ricostruito negli anni facendolo risultare oggi un mix perfetto di stili architettonici diversi. Nella piazza oltre al Duomo si affacciano alcuni antichi edifici e gran parte dei più noti bar e caffè della città.

MUSEO DELL’ARTE – BORSA DI RIGA

Costruito in stile rinascimentale veneziano a metà dell’800, l’edificio che ospita questo museo è uno dei più importanti di tutta la Lettonia, con interni sfarzosi ed eleganti.

EDIFICIO DEI TRE FRATELLI

Un gruppo di tre abitazioni ognuna costruita in un secolo diverso e con uno stile diverso, la prima risale al XV sec. Il nome singolare pare derivi dal fatto che secondo la leggenda gli edifici furono costruiti dagli uomini della stessa famiglia. All’interno di una delle abitazioni oggi possiamo visitare il museo lettone dell’architettura.

CASTELLO DI RIGA

Sede principale del presidente della Lettonia dal 1991 e del museo di storia naturale, un tempo dimora dei signori che governavano la città.

TORRE DELLE POLVERI

Costruita nel 1330 come una delle torri fortificate di Riga, è oggi sede del museo della guerra della Lettonia (che ci ha particolarmente colpiti ed affascinati). Deve il suo nome al fatto di essere stata utilizzata come polveriera nel XVII sec.

Oltre il centro storico:

ART NOUVEAU

Riga rappresenta in assoluto una delle mete più belle in Europa per quanto riguarda lo stile Nouveau, peccato non sia conosciuta e valorizzata alla pari di città come Vienna o Bruxelles, anche perchè non solo 1/3 del centro storico di Riga (ben 800 palazzi) è costruito con questo stile, ma allontanandosi e dirigendosi nella zona periferica definita non a caso “Art Nouveau District” (a nord del centro storico, circa 20/30 minuti a piedi) è possibile ammirare un numero incalcolabile di edifici uno più sorprendente dell’altro, interamente ricoperti da riferimenti legati al folclore lettone, animali e simboli di ogni genere.

BAZAAR BERGS

Si tratta di un quartiere pedonale che risale agli ultimi anni dell’800, completamente ristrutturato dalla famiglia Bergs. Oggi è una delle zone più importanti per quanto riguarda lo shopping.

MERCATO CENTRALE

Si tratta di uno dei più antichi mercati d’Europa, ma ciò che lo rende davvero unico è il fatto che i prodotti alimentari, suddivisi in 5 padiglioni in base alla merceologia, si trovino all’interno di enormi hangar per Zeppelin (i dirigibili tedeschi dei primi del 900). Un ottimo luogo in cui recarsi al mattino per assaporare qualche attimo di vita cittadina.

Come muoversi a Riga?

Come dicevamo poco fa, il modo migliore per muoversi all’interno del centro storico è senza dubbio a piedi. Per visitare poi le zone limitrofe è sufficiente utilizzare autobus e tram che ben collegano l’intera città.

Ciò che vi consigliamo sempre è di affidarvi ad una guida, che almeno per una giornata, vi accompagni alla scoperta della più autentica anima di Riga, solo una persona del luogo secondo noi, potrà farvi comprendere al meglio l’intreccio di tradizioni, popoli e culture che si sono susseguiti nel corso dei secoli in questa capitale Baltica di indiscussa bellezza.

Per la nostra visita guidata a Riga (ma non solo) noi ci siamo affidati al Tour Operator locale: TOUR POINT

Con Dainis, il titolare, abbiamo inoltre avuto il piacere di effettuare una serie di escursioni per tutta la Lettonia, con partenza da Riga, che vi raccontiamo QUI

Dove dormire a Riga?

E dove avremmo mai  potuto alloggiare durante il nostro soggiorno a Riga se non in uno splendido palazzo Liberty?

La nostra scelta è caduta su uno degli appartamenti di AtalasHouse, situati all’interno di un antico edificio in stile Art Nouveau situato ad appena 10 minuti a piedi dal centro storico e a due passi da una comoda fermata per l’autobus che, con qualche manciata di minuti, permette di raggiungere qualsiasi punto della città. I 20 appartamenti messi a disposizioni sono gestiti a conduzione famigliare e i proprietari, che risiedono nello stesso edificio, sono sempre pronti a prodigarsi i per ogni esigenza. Gli arredi di design si mescolano perfettamente all’antico sapore liberty dell’edificio, rendendo il soggiorno ancora più autentico e vicino a quelle che sono le peculiarità di questa città.

Riga

N.B.: chiunque sia in partenza per Riga o ha in programma un viaggio prossimamente in questa magnifica città, ha la possibilità di alloggiare in uno qualsiasi di questi appartamenti usufruendo di uno sconto speciale del -10%, menzionando il nostro Blog Guardoilmondodaunoblo, nella vostra mail di richiesta. Info e contatti su: AtalasHouse

Come arrivare a Riga?

 

Il modo più semplice, economico e veloce per arrivare nella capitale lettone è senza dubbio l’aereo.  Riga è ben collegata con tutti i principali aeroporti europei e sono numerose le compagnie aeree che volano quoti

 

dianamente qui come ad esempio: Ryanair, Airbaltic ed Aeroflot.

Cosa invece più difficile è raggiungere Riga via treno, infatti, le uniche tratte ferroviarie che escono dai confini lettoni sono dirette verso Mosca e verso Minsk in Bielorussia quindi, se volete intraprendere un viaggio ferroviario verso la capitale lettone, dovrete prepararvi a fare un bel po’ di scali 😉

Un’altra opzione di collegamento è via nave. Da Stoccolma partono giornalmente dei traghetti che collegano la Lettonia alla Svezia ma il viaggio è abbastanza lungo, la nave ci impiega ben 8 ore ad effettuare l’attraversata.

 

Quando visitare Riga?

 

E’ sempre un fattore soggettivo la scelta della stagione, diciamo che la maggior parte degli italiani ama visitare le capitali baltiche nel periodo estivo, quando i prati sono di un color verde intenso, il sole è timido ma presente e le temperature sono fresche e gradevoli. Per quanto riguarda la nostra esperienza possiamo dirvi che visitare Riga durante l’inverno non è stata affatto una brutta idea, le temperature attorno allo zero ci hanno permesso di visitare in tutta tranquillità la città e la neve che a sprazzi fioccava leggera ha reso tutto più magico.

In più il CAPODANNO A RIGA non è affatto male,abbiamo trascorso la notte del 31 Dicembre cenando in uno dei vivaci pub/ristoranti del centro spendendo quanto una normale cena in qualsiasi altro giorno, abbiamo atteso lo scoccare della mezzanotte  lungo le sponde del fiume Daugava da cui abbiamo assistito ad uno dei più bei spettacoli pirotecnici che abbiamo mai visto, il tutto tra canti e balli in tutta serenità.

La serata poi è proseguita tra i locali del centro storico tra una vodka e l’altra. 😉

 


  • 27
  •  
  •  
  •  
  •  

About the author

2 Comments

  1. Sara de Colle
    marzo 15, 2018 at 8:08 am
    Rispondi

    Anche a me è piaciuta molto Riga e anche le altre Repubbliche Baltiche! Da non sottovalutare affatto come destinazione!

    • guardoilmondoda1oblo
      marzo 27, 2018 at 7:31 pm

      Le altre Repubbliche Baltiche sono in lista da un bel po’… chissà cosa ci riserverà questo 2018, magari un bel weekend a Tallin 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*